La Bella Notizia di Gesù secondo Giovanni (14,23-29)

| 0 commenti

In quel tempo, Gesù disse [ ai suoi discepoli ]: «Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato. Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto. Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi. Non sia turbato il vostro cuore e non abbia timore. Avete udito che vi ho detto: “Vado e tornerò da voi”. Se mi amaste, vi rallegrereste che io vado al Padre, perché il Padre è più grande di me. Ve l’ho detto ora, prima che avvenga, perché, quando avverrà, voi crediate».


Sempre il mio cuore si riempie di pace, di gioia intensa e di commozione, Signore, quando penso e ricordo le tue “venute” nella mia vita. Continuo a non sapere perché hai cercato proprio me, perché mi hai fatto innamorare di Te e della gente, perché mi hai scelto. Sono sempre stato convinto che altri fossero miglioro per fede, per intelligenza, per i doni di umanità. Boh!! Non voglio sapere il perché. Ciò che conta per me è che tu hai “preso casa” nella mia esistenza. Sei un caro ospite, spesso bistrattato dalle mie infedeltà, ma così paziente da accogliere ogni volta i miei pentimenti e ricostruire la “comunione domestica” del cuore. In questi anni di Tua “dimora” in me ho conosciuto la bellezza luminosa della tua Parola, che da senso a tutto ciò che vivo, mette ordine alle cose e orienta nelle scelte. Ho conosciuto la tua compagnia, fedele e intensa. Ed ho incominciato ad accogliere i “ricordi” del tuo Spirito Santo: ricordi di ciò che dici, di ciò che porti nel cuore, del tuo guarire, amare, perdonare, accogliere, offrire. Ricordi del tuo spezzarti e distribuirti per noi, per puro amore gratuito. Questi ricordi vivi di Te, Signore Gesù, stanno penetrando sempre più nella mia coscienza e nella mia persona e ti rendo grazie perchè a volte mi trovo a pensarla come te, ad agire come te, a patire perché sei rifiutato, ignorato, a gioire perché sei creduto, riconosciuto.





ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E RIMANI AGGIORNATO SULLE NOVITÀ iscriviti

Unità Pastorale Zerotina
Parrocchia S. Maria Assunta
Via Trento e Trieste 6
31059 - Zero Branco
tel: 0422 97007
CF. P.IVA 01985050267
Parrocchia di Scandolara
Via Scandolara, 60
31059 Zero Branco
tel: 0422 97007
CF. P.IVA 94008710264
Parrocchia di S. Alberto
Piazza Papa Luciani 2
31059 Zero Branco
tel: 0422 97007
CF. P.IVA 01968270262


© 2014 - 2018 Collaborazione Pastorale Zerotina - all rights reserved - mappa del sito - privacy - redazione - admin